Consorzio San Michele | Testimonial
17076
page,page-id-17076,page-template-default,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive

Testimonial

Riconoscimenti

Vini buoni d'Italia 2016

Vini buoni d'Italia 2016

I nostri vini nella guida

Vermentino di Gallura Docg Superiore Superbia Gallurese 2014

 

Vermentino di Gallura Docg  Invidia Gallurese 2014

 

Vermentino di Gallura Docg Sinfonia Gallurese 2014

Guida gambero rosso

Guida gambero rosso

I nostri vini nella guida

Vermentino di Gallura Docg Sinfonia Gallurese 2014

3

Vermentino di Gallura Docg  Superbia Gallurese 2014

4

Recensioni

Pier Luigi – Sommelier – Nuoro

Sinfonia Gallure 2019 – Vermentino di Gallura Docg

“Un bel giallo con riflessi verdognoli.
Buona intensità e ottima finezza dei profumi. Bel profumo floreale e con fiori gialli (ginestra) che si sentono intensamente.
Fruttato di mela e con un accenno di frutti esotici. In bocca è piacevolmente morbido con una discreta mineralità e freschezza. Molto persistente, chiude con una bella sensazione amara che, personalmente, mi piace molto. Buono, buono, buono.”

Giorgio D. – Sommelier – Sardegna

Consorzio San Michele

“All’interno del territorio ricompreso delle DOCG Vermentino di Gallura, l’areale di Berchidda – che non a caso fa parte della ristretta cerchia delle “Città dei vino” – ha sempre mantenuto caratteri del tutto peculiari che si rispecchiano nei vini prodotti. La collocazione dei vigneti, alle pendici del Limbara a circa 300 m s.l.m., il particolare microclima e la lunga tradizione dei vignaioli locali portano in dote ai vini realizzati in questo territorio un fascino particolare. Nel 2013 un gruppo di viticoltori locali ha deciso di riunire le forze fondando la cantina Consorzio San Michele, che mutua il nome dall’omonima chiesa campestre che si trova nelle vicinanze dei vigneti. La superficie vitata è di 13 ettari, per una produzione annua di circa 40.000 bottiglie. Protagonista principale è il vermentino, vitigno simbolo dell’areale, declinato in tre diverse etichette dai nomi particolari, legati ai peccati capitali, come Superbia e Invidia, e alla tradizione musicale di Berchidda (città che ha anche dato i natali al jazzista Paolo Fresu) come Sinfonia. Negli ultimi anni si è aggiunta un’altra referenza, un vino rosso a base cagnulari chiamato Gola, nome anche in questo caso ispirato ai vizi capitali. Basse rese per ettaro, nettamente inferiori a quelle previste dai disciplinari di produzione, e prolungate maturazioni in acciaio sui lieviti consentono di dar vita a vini di alto livello qualitativo e con buona predisposizione all’evoluzione nel tempo, cosa non scontata soprattutto nei vini bianchi isolani.”

Vermentino di Gallura DOCG Sinfonia 2018

“È il vino ottenuto dagli impianti più recenti e questa tendenza giovanile caratterizza al meglio questo prodotto. Il ventaglio dei profumi spazia dalle note agrumate di cedro alla frutta bianca e alle erbe aromatiche come la salvia, in una cornice minerale di gesso. Al palato è agile e scattante grazie alla verve acido-sapida, ma riesce a offrire un assaggio appagante ed equilibrato con un buon allungo finale sui toni agrumati. Perfetto come aperitivo e con antipasti come fritti o crudi di mare.”
Vermentino di Gallura DOCG Invidia Gallurese 2018

“È stata la prima etichetta prodotta, con la vendemmia 2013, e rappresenta ancora al meglio la filosofia aziendale. Sentori di frutta tropicale e di agrumi si affiancano armonicamente a note di fiori di campo e macchia mediterranea. L’assaggio presenta un corpo ben deciso e delineato in cui le diverse componenti si intrecciano delineando una silhouette vigorosa ma gentile. La buona dotazione alcolica trova adeguato contrappunto nella spinta fresco-sapida e il percorso gustativo si distende con eleganza verso un finale coerente e succoso. Da accostare a primi piatti di pesce o formaggi freschi.”
Vermentino di Gallura DOCG Superbia Gallurese 2018

“L’ammiraglia aziendale è l’etichetta che meglio esprime il potenziale evolutivo del Vermentino, grazie ad una maturazione di oltre 10 mesi sui lieviti con frequenti bâtonnage. Il bouquet olfattivo è ricco e articolato: ananas, melone e pompelmo rosa si accompagnano a sentori di rosmarino, lentisco e un sottile ricordo di pepe bianco, il tutto incorniciato da una potente carica salmastra. L’ingresso al palato caldo e avvolgente prelude a un assaggio articolato e appagante con una scansione gustativa elegante e saporita. Un vino di corpo che si muove con grazia e agilità verso un finale coerente con i riconoscimenti olfattivi e che persiste a lungo. Da provare con risotti (ai frutti di mare, ma anche ai porcini o agli asparagi) e piatti di pesce salsati.”

Giovanni B. – enologo – Alessandria

Invidia 2013 – Vermentino di Gallura DOCG

“Giustamente evoluto, con note di erbe aromatiche (mirto) su fondo fruttato maturo, sorso sapido ed equilibrato”

Invidia 2017 – Vermentino di Gallura DOCG

“Ovviamente più fresco, con bei frutti bianchi intensi e fragranti e, a contraltare, sempre un che di erbe aromatiche molto elegante, pieno, ma con bella acidità.”

Superbia 2017 – Vermentino di Gallura DOCG Superiore

“Vino giovanissimo, da risentire fra un paio d’anni, pienissimo e ridondante di polpa bianca, grande persistenza, vino quasi da formaggi.”

“Insomma, vini di grande carattere!”

Domenico B. – Maestro Sommelier – Bologna

Gola IGT – Isola dei Nuraghi 2018

“Blend a base Cagnulari (70%) ed altre uve autoctone Sarde (30%). Alla mescita si presenta un bel rosso rubino intenso, che ha naso serrato, integro, di superba eleganza e finezza, apre a riconoscimenti di frutti di bosco e liquirizia. Sfumature floreali arricchiscono un entusiasmante olfatto uniti a dolci effluvi di cioccolato. Finale piacevolmente balsamico. Al palato fanno breccia la solida struttura non potente ma elegante con trama tannica e setosa. Termina l’esaltante degustazione una persistenza lunga e delicata con ritorni speziati fusi a note di cioccolato e tabacco. L’ho abbinato ad un prosciutto sardo di pecora ed il connubio è risultato davvero azzeccato.”

Giovanni Bailo – enologo Piemontese (Dolcetto, Barbera)

“Invidia 2013 giustamente evoluto con note di erbe aromatiche (mirto) su fondo fruttato maturo, sorso sapido ed equilibrato.
Invidia 2017: ovviamente più fresco, con bei frutti bianchi intensi e fragranti e, a contraltare, sempre un che di erbe aromatiche molto elegante, pieno ma con bella acidità.
Superbia 2017: vino giovanissimo, da risentire tra un paio di anni, pienissimo e ridondante di polpa bianca, grande persistenza, vino quasi da formaggi.
Insomma vini di grande carattere.”

Maestro Sommelier Angela Grimaldi (01/04/2016)

“……Al primo sorso percepiamo istintivamente la garbata freschezza unita alla giusta sapidità e mineralità del vino, giunge quasi contemporaneamente la sensazione del pompelmo , della susina, a seguire la ginestra e genziana che prolungano in bocca la persistenza di questo accattivante Vermentino chiudendo infine con una leggera nota mandorlata.”

www.accademiasommeliers.it

Andrea Pilu

“Sono tre i Vermentini di Gallura D.O.C.G. che caratterizzano il Consorzio San Michele: INVIDIA, SINFONIA, e SUPERBIA a cui oggi si è aggiunto GOLA, un Rosso I.G.T. a base Cagnulari che ancora non abbiamo avuto modo di assaggiare.
[…]
Bravi quelli del San Michele di Berchidda, cosi come tutti coloro che lavorano per il buon nome del Vermentino di Gallura, vino che porterò sempre con sicurezza nelle degustazioni di vino bianco degne di nota.”

www.saperedivino.it

Geisha Gourmet

“La cantina Consorzio San Michele è una realtà piccola che, a mio avviso, può fare bene. Le potenzialità si leggono ban chiare nel vino Superbia, un Vermentino di grande classe, con un bel nome, che aiuta a ricordarselo se solo il gusto intenso di questo vino non bastasse.”

1001vini.it

vinorex (16 Dicembre 2015)

…..The philosophy of the winery is to produce Vermentino in the traditional way, and to put a great attention to the quality of the grapes (which are harvested by hand) and the conservation of the flora of the typical Mediterranean nature that delights with wild lavender, rosemary, myrtle, rockrose …

vinorex.com

Francesco Saverio Russo (16 giugno 2015)

“Ci sono regioni meravigliose in Italia, ma se penso all’estate, al mare cristallino, alla natura incontaminata ed ai meravigliosi contrasti fra tradizione rurale e pastorizia ed il lusso delle location di villeggiatura il primo posto che mi viene in mente è sempre e solo la Sardegna! …..”

wineblogroll.com

WineHouseblog

“….Terreni di matrice granitica, sole e vento marcano i vini prodotti in questo lembo di Sardegna: qui hanno deciso di assecondare questi elementi senza cercare forzature stilistiche, ammiccamenti o muscolarità eccessiva, dando vita a vini precisi e puliti, di spontanea piacevolezza…..”

winehouseblog.it

Diplomi

Testimonianze